Menu

Notizie dai Giornali

Juventus-Torino finisce 4-1:  i granata lottano ma  si arrendono a   Dybala e CR7
Prodezze di Dybala e Cuadrado nel primo tempo, accorcia Belotti su rigore ma una perla di CR7 chiude i conti prima dell'autogol di Djiji. Ammonita La Joya, salta il Milan [...]
Corriere della Sera
Amos Gitai e il suo nuovo
Regista e intellettuale amatissimo dal cinema e inviso all'attuale governo israeliano, Amos Gitai da 40 anni è l'anima critica del suo Paese [...]
Corriere della Sera
Diodato a quota 2000: il mio tour segue la spina dorsale della mia vita
Il cantante torna a esibirsi e riparte dal luogo dove è nato e dà vita a una serie di eventi che ha deciso di chiamare "Concerti di un'altra estate» [...]
Corriere della Sera
I luoghi comuni sono sempre i più affollati, e uno dei luoghi comuni più duri a morire, nella percezione comune ma anche nella critica musicale, è la scarsa considerazione artistica del ruolo (fondamentale) avuto da Ringo Starr all'interno dei Beatles. Schiacciato dall'ingombrante duopolio John Lennon-Paul McCartney, autori della stragrande maggioranza dei 186 brani originali composti dai Fab Four, e dal talento cristallino di George Harrison, che ha composto poche ma fondamentali canzoni, Ringo è da molti visto semplicemente come un buon musicista, il cui merito maggiore è stato quello di trovarsi nel posto giusto al momento giusto. Errore. Starr ha [...]
Panorama
La Lazio si è arresa nella notte dell'Olimpico, lasciando strada alla Juventus e al nono scudetto consecutivo dei bianconeri che è anche il primo dell'era Sarri e dunque carico di significati diversi rispetto a tanti altri che lo hanno preceduto. Si è arresa consumata da infortuni e squalifica e da una condizione fisica generale che le ha permesso di essere la Lazio conosciuta nell'epoca pre Covid solo per mezz'ora, a Bergamo, nel debutto che ha segnato anche il primo passo falso e l'inizio della fine.Il Milan ha recitato la parte del carnefice. Si è presentato al cospetto della squadra di [...]
Panorama
Più "giovane» che mai, ha già reso il suo nuovo Striminzitic show (fatto da casa sua, e con solo due telecamere) un piccolo cult. Con squisito garbo, stronca molti programmi di oggi "che rincorrono i format stranieri». Specialmente quelli d'intrattenimento,"un genere che non si è mai rinnovato».Come una madeleine di gioventù, se ancora oggi, trascorso mezzo secolo, rimbalzano nell'aria le note del rock and roll che annunciava Alto gradimento, una scarica di euforia si propaga a tutto il corpo. Il programma che Renzo Arbore e Gianni Boncompagni condussero dal 7 luglio 1970 al 2 ottobre 1976 su Radio2 è stata [...]
Panorama