Menu

Mio Padre, un Uomo buono

Giampiero Duranti

Questo è mio Padre, un Uomo buono.

Purtroppo, diciannove anni fa il destino ha deciso che dovevamo separarci per sempre, e così è stato.

Nessuna esperienza della vita, per quanto forte, potrà mai allontanarmi dai valori che mi ha trasmesso, e che mi rendono orgoglioso di essere una persona per bene, come lo è stato lui.

Ciao Papà.

Tags →  •  •  •

Condividi →

12 Commenti • Mio Padre, un Uomo buono

  1. ESPARTERO
    27 maggio 2013 alle 19:14

    Carissimo Fabio…. ho conosciuto più tuo padre che il mio, scomparso quando avevo 8 anni.
    Che dire, una persona colta, educata, ma che sapeva benissimo cosa voleva fare… Non posso non ricordare i mitici anni 1980-1982 quando frequentando e partecipando attivamente (prima di ilario!!!!!!!!) nella tua mitica RADIO PASSO CORESE 1 ROMA NORD le capacità di tuo padre (e le tue………) sono venute inevitabilmente a galla!!!!
    Ricordi che ancora adesso mi emozionano…. e che porterò sempre nel mio cuore.
    Non so cosa dirà tuo padre da lassù se solo potesse parlare…. certo non sarebbe felice di quello che sta accadendo…
    A buon intenditor… poche parole.
    ESPARTERO

    • 27 maggio 2013 alle 19:25

      Caro Espartero,
      non aggiungo nulla, se non che sto facendo quanto devo per riportare la situazione a quello che deve essere, anche in memoria di mio Padre, oltre che della Giustizia delle cose.

  2. Loredana
    25 maggio 2013 alle 17:45

    E’ bello vedere un figlio che onora la memoria del padre, complimenti.

  3. Daniela
    25 maggio 2013 alle 15:55

    Caro Fabio, sei stato fortunato e lo è stato anche lui. Io non ho mai conosciuto mio padre e lui mai me, ci ha lasciati con mia madre prima che nascessi per una malattia ancora oggi incurabile. Onore a tutti e due, continua a tramandare i suoi valori.

  4. Emma
    24 maggio 2013 alle 23:08

    Dai commenti capisco che era una persona speciale, e mi unisco all’abbraccio a Fabio

  5. ANTONIO DIOMEDE
    24 maggio 2013 alle 22:18

    Caro Fabio, ti fa onore pubblicare la foto del tuo Papà.
    Io l’ho conosciuto per caso. Ho scambiato qualche parola con lui, ma non ho avuto la fortuna di stringere un’amicizia. In gioventù non ho avuto un buon rapporto con mio padre e lo rimpiango. Cominciai ad amarlo a 40 anni. Ora che non c’è più mi manca e sento di amarlo ancor più. Il desiderio tuo desiderio di pubblicare la foto del tuo Papà credo possa essere simile al mio sentimento.

    • 24 maggio 2013 alle 23:03

      Grazie Antonio del Tuo bel commento; lo apprezzo molto perché conosco la Tua sensibilità.

  6. Petrocchi Giancarlo
    24 maggio 2013 alle 21:59

    Lo ricordo anch’io con grande affetto caro Fabio

  7. Luciana
    24 maggio 2013 alle 21:26

    Che Dio ti benedica

  8. Claudio
    24 maggio 2013 alle 19:24

    Giampiero era mio amico e la sua perdita è stata immensa, ma tu so che porti alto il suo nome e sei lo specchio della sua onestà.
    Non mollare mai, non cedere mai alla stanchezza di questo mondo che ci consuma la parte più buona che abbiamo.
    Sii forte.
    Claudio

  9. Felix
    24 maggio 2013 alle 19:14

    Ho conosciuto tuo padre negli anni 80, e lo ricordo come una delle persone più belle che abbia mai incontrato, generoso e onesto, mai banale.
    Ciao Fabio, un abbraccio.

  10. adriana
    24 maggio 2013 alle 19:11

    Così non vale, mi fai commuovere. 🙂
    Tuo Padre ha gli occhi buoni, come te.
    Sono sicura che da lassù continua a proteggerti.

Lascia un commento